Campagne adverstising Instagram Ads, inserzioni su Instagram

PERCHÈ FARE UNA CAMPAGNA DI ADVERTISING SU INSTAGRAM

By Elena
In febbraio 15, 2017

I canali social sono un efficace strumento di diffusione di contenuti ormai accertato ma in qualche modo sempre in trasformazione, perché regolarmente vengono inserite nuove funzioni o semplici cambiamenti che interessano soprattutto agli utenti che li utilizzano per lavoro o business in ottica di social media marketing.

Sistemi di adverstising sono stati gradatamente introdotti su Facebook, Instagram e Pinterest, per citare i più utilizzati, per continuare poi a ricevere nuovi aggiornamenti in momenti diversi. È risaputo come Facebook sia un grandissimo mezzo di supporto alla vendita per moltissimi settori, mentre Pinterest rimane lo strumento che a parità di visualizzazioni converte di più, per le sue caratteristiche molto simili ad un e-commerce. Anche Instagram ha il proprio sistema per lanciare campagne pubblicitarie, con lo strumento di advertising dedicato che permette di scegliere tra varie tipologie di comunicazione.

La scelta del canale social con cui fare comunicazione non è mai casuale e deve essere coerente con il tipo di attività e con il cliente target a cui si desidera rivolgersi. Un settore che si rivolge prettamente o in buona sostanza ad un mercato giovanile al di sotto dei 35 anni può benissimo considerare Instagram per investire in una campagna di advertising, a maggior ragione se l’oggetto della campagna ha una forte componente visiva e meno tecnica da mostrare, consentendo di puntare sull’impatto dell’immagine. Il social, inoltre, cresce ogni anno come numero di utenti e come tempo di permanenza sui suoi contenuti.

Innanzitutto, Instagram fa parte di Facebook, per cui per poter creare una campagna di advertising è necessario avere una fanpage su Facebook, dato che i due social network sono ora correlati. Inoltre, per fare advertising occorre avere un profilo aziendale su Instagram, curato in ogni aspetto a partire dalle informazioni sull’azienda. Per il resto, si dà per scontato che le immagini siano di ottima qualità e che esaltino l’aspetto creativo della fotografia, che non è mai di tipo commerciale su Instagram.

Quali sono le possibilità da scegliere per una campagna Instagram Ads? Si può fare advertising in tre modalità diverse:

  1. le Photo Ads, con cui viene concentrata l’attività di advertising su un unico post che viene quindi sponsorizzato;
  2. i Video Ads, indicati per sponsorizzare un video di durata fino a 60 secondi e molto utili in un periodo di “storytelling” affermato come questo;
  3. i Carousel Ads, presentazioni di più immagini a scorrimento.

La possibilità di inserire un invito all’azione è sempre presente nelle inserzioni di Instagram Ads, che non è affatto limitato nella pianificazione delle campagne di advertising, anzi. Ogni campagna si può orientare al raggiungimento di specifici obiettivi finali, come ad esempio ottenere visualizzazioni su un semplice post, portare traffico ad un sito web, aumentare l’utilizzo di un’app, far conoscere un’attività locale.

Rimane fondamentale non improvvisare una campagna Instagram Ads, per non disperdere il budget e limitare i risultati, data la grandissima concorrenza presente sull’advertising nei social network. Una campagna fatta male di fronte a migliaia di utenti può davvero danneggiare la propria immagine. Occorre affidarsi a professionisti per creare un piano editoriale con contenuti di qualità su cui investire.