WooCommerce e Shopify

DIFFERENZE TRA WOOCOMMERCE E SHOPIFY: QUALE PIATTAFORMA E-COMMERCE SCEGLIERE?

By Elena
In dicembre 6, 2016

Un progetto di e-commerce si concretizza attraverso la scelta dell’interfaccia web più adatta alle proprie esigenze, selezionata tra diverse possibilità offerte dal web: vogliamo fare un confronto tra due opzioni molto utilizzate come WooCommerce e Shopify. Le due piattaforme si differenziano sotto diversi aspetti, che andiamo ad analizzare.

Entrambe le soluzioni sono molto semplici da utilizzare ed intuitive, hanno un pannello gestionale molto simile, un layout moderno e una serie di servizi e utilità da associare al sito e-commerce. Ma soprattutto, sono le due piattaforme e-commerce in crescita per numero di utenti. La prima differenza sostanziale tra WooCommerce e Shopify riguarda la configurazione: WooCommerce nasce come plug-in di WordPress, un’estensione che presuppone l’esistenza di un sito realizzato con WordPress e ne condivide l’impianto open-source. La comunità tecnologica che si muove con WordPress è anche garanzia di una vastissima gamma di scelte di design grafico, considerando che WooCommerce si applica ad un qualsiasi tema WordPress esistente.

Shopify è invece una piattaforma web che offre la possibilità di scegliere al proprio interno tra una serie di template leggermente di grande qualità grafica e appositamente creati per le funzionalità di un sito e-commerce da un team di web design specializzati, comunque personalizzabili e molto facili da usare.

Sia con Shopify sia con WooCommerce, l’utente ha a propria disposizione diversi strumenti per potenziare la propria attività di commercio elettronico, associando al sito intenet funzioni per sviluppare strategie di e-mail marketing, integrazioni per la vendita su Facebook, creare coupon e codici promozionali, importare liste prodotto e recensioni, gestire opzioni e percorsi di vendita e consegna, tracciare i movimenti dei clienti sul sito web e altro ancora. Mentre un sito e-commerce creato con Shopify si presenta già completo di varie funzionalità, un sito con WooCommerce deve essere costruito passo per passo integrando diversi plug-in. Le applicazioni possibili per arricchire il sito e-commerce sono in entrambi i casi numerosissime.

Le opzioni di pagamento e i percorsi di check out sono, infine, equivalenti. Sostanzialmente, l’elemento che può orientare verso una scelta tra le due soluzioni e-commerce, si trova in buona parte nel punto di partenza: avere già un sito WordPress ottimizzato può richiedere una diretta installazione di WooCommerce, con la conseguente integrazione di diversi tool ulteriori. In mancanza di questo, è consigliabile partire con un sito Shopify già completo e di sfruttare la specializzazione che caratterizza questa piattaforma.

WooCommerce può attingere alle possibilità quasi infinite del suo essere un open-source e permette il completo accesso al codice, cosa che Shopify compensa con un’estrema facilità di intervento senza toccare il codice. Al netto della qualità, si comprende bene la concorrenza tra queste due piattaforme e la crescente diffusione tra i gestori di e-commerce.